martedì 1 luglio 2008

Disinvoltura

[scena: l'ingresso di via Zamboni 38. Entra la dottoressa Carlotta C. di corsa]

CARLOTTA (si ferma, arrossata e allegra) Toh, Emilio! ma che ci fai qui?
GIULIO  Do l'esame d'inglese.
CARLOTTA  Apperò. Io son appena tornata da una vacanza a Londra.
GIULIO  Te ne vai in vacanza? Ma la tesi quando la discuti?
CARLOTTA (ride) Torno adesso da una settimana in cui non ho dormito più di tre ore per notte, e te mi fai questa domanda?
GIULIO  ...mah, che dire... si.
CARLOTTA (rimugina) Dunque.... maggio prossimo?
GIULIO  Bene. Ah, lo sai che Chiara è su a dare l'esame?
CARLOTTA  Si. La stavo giusto andando a salutare.
GIULIO  Ecco. L'ho vista un po' scossa. Semmai dopo vi raggiungo.
CARLOTTA  D'accordo. Oh, stammi bene e in bocca al lupo.
GIULIO  Grazie, cara. Crepi.

(Carlotta va)

TUTTI GLI ALTRI (sconvolti) Ma... ma... come mai sei amico dell'assistente di Cavini?

Ecco. Me l'immaginavo. Non sono 'amico' di nessun assistente. Carlotta è una ragazza molto affabile e vedendomi spaparanzato davanti a un portone, visto che non sono un estraneo ma un rompiscatole di Gòmbola - ricordate? - ha ritenuto di venirmi a salutare per fare due chiacchiere, davanti a tutti e con grande franchezza - e un bel sorriso da ritorno da vacanza a Londra - perché i trentenni che stanno per discutere la tesi di dottorato con Tega non hanno paura di niente. I ventenni solitari e sociopatici, si: come faccio a spiegare a dei giovani filologi pettegoli che, per gli strani casi della vita, sono finito in una podesteria con gli asinelli e una truppa di filosofi capitanati dal temuto W.? Sembrerò come minimo un arrampicatore sociale, che mentre la gente sgobba per passare gli esami con il professore A, lui col professore A ci va in vacanza. E meno male che erano solo la Genga e pochi altri.
Non darò spiegazioni di quanto è successo perché ho la coscienza pulita e sono fatti miei. Ma è, penso, per motivi come questi - per il mio cercar sempre di procurarmi connessioni e amicizie dove trovo cose interessanti - che mi becco appellativi poco lusinghieri quando non ci sono.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

..hai la coscienza sporca, SEI un arrampicatore sociale, e soprattutto SEI AMICO DELL'ASSISTENTE DI CAVINI.

Anonimo ha detto...

...non sono fatti tuoi, e non fai altro che leccare i kuli perché sei viscido e squallido...

Anonimo ha detto...

..e siccome sei anche stupido, ora dovrò spiegarti che, tutto quanto ho scritto sopra, aveva per l'appunto il preciso scopo di insinuarti il dubbio e farti innervosire assai..!

Anonimo ha detto...

Possibile che ci siano persone così malevole da pensare così male di te???
Cambiare opinione si può. Ma soprattutto conoscere bene le persone prima di giudicare! (senti chi parla...vero Giulio?)
Un abbraccio, Ilary

Anonimo ha detto...

giulino, nel bene o nel male, purchè se ne parli!
le malelingue di solito non hanno vita lunga!!!

un bacio giulino!

chiara