venerdì 15 agosto 2008

Cielo.

Ieri ho ricevuto cinque chiamate sul cellulare. Tre di mio padre, due di mia madre. L'argomento era sempre lo stesso: niente.

Mi sembra tuttavia doveroso fare delle distinzioni. Mia madre è più concreta. Quando non dà ordini, in genere chiama solo una volta al giorno, e per informarsi seriamente sui miei programmi, nel senso che ascolta quando le parlo. Ma ieri eravamo in un tenero delirio. "Novità?... no mamma, nessuna. Ah... nessuna novità. No, mamma. Addirittura! ...si, mamma." Così per dieci minuti. In genere ha comunque una serie di azioni rigidamente preordinate. Conosco bene la sua scheda, è depositata all'FBI. In genere mi entra in camera alle 7, e urlando mi comunica cosa farà nella giornata e mi chiede con precisione di dettagli cosa farò io. Visto che rispondo a rantoli, fa domande ancora più dettagliate e si risponde da sola. Promette poi di richiamarmi ad una certa ora della mattinata. E lo fa - sempre. La riconosco perché, quando ignoro il telefono che squilla - perché sono ancora a letto - lei insiste finché l'operatrice telecom non la informa che il cliente non risponde. Alla seconda chiamata non posso ignorarla, perché ormai sono sveglio e non ho scuse.

Il babbo è meno irruente, ma ugualmente intrusivo. Per dire, la differenza che c'è tra un'eruzione magmatica e una vena di basalto che procede, lentissima, nel sottosuolo. Le prime due volte mi ha chiamato ponendomi la stessa serie di domande: "Ciao. Come stai?...Cosa fai? Ah... ti diverti? Ma stai bene? Vuoi bene a papà? ma c'è qualcuno? ah, si? E chi è? Ma dai. E... la mamma dov'è? Ma... tu stai bene? ma... cosa fai? ah, me l'hai già detto, scusa. E... quando torni? Ah, sei in casa, è vero. Vuoi bene a papà?" e via dicendo. La terza volta, va detto a suo onore, mi ha chiamato per informarmi che c'era su radio 3 un programma sui bambini poco sociali, che gli ha ricordato me. E' la chiamata informiamo Giulio che c'è qualcosa che potrebbe anche lontanamente interessargli. Io però ero fuori casa e non ho potuto non accendere la radio.

1 commento:

Stephanie・ステファニー ha detto...

How to manage your mom- lesson 1: dagli di spontanea volontà le info che tu sai che lei vuole, e smetterà (forse) di chiedere..
Cmq è una caratteristica tutta italiana questa, la noto tantissimo...hihi! LA FAMIGGHIA!! :-P