giovedì 20 novembre 2008

Oloferne

Terribile d'aspetto,
barbaro di costumi,
O conta sè fra i Numi,
O Nume alcun non ha.

Fasto, furor, dispetto
Sempre dagli occhi spira;
E quanto è pronto all'ira
E' tardo alla pietà.


Via, non vorremo negare al Metastasio un minimo di abilità di caratterista. Non si poteva essere più sintetici.

Nessun commento: