venerdì 14 novembre 2008

Papirozzi felici

Vorrei presentarmi degli amichetti. Si, ho dei nuovi amichetti. Come dici, Ilaria?... Persone? Mi interesso delle persone? Oh oh oh, ma no, Ila, che sciocca. Ovviamente sono COSE.


Divertente? Macabro? E chi ha mai detto di essere normale? Bè, a conti fatti, ecco a voi PHerc 19/698, meglio noto come il Trattato sui sensi, attribuito a Filodemo di Gàdara. No, non credo che ringrazierò il Vesuvio. Ha pur sempre sepolto viva - diciamo - una città intera. Eh, non è poco. E' andata così. L'argomento della mia tesi è appunto questo trattato, che a quanto pare non ha dietro di sè una nutrita serie di commenti, e in quelli che ha manca un commento filosofico approfondito. Cioè, me ne dovrò incaricare io. Il mio spauracchio, madame Monet, ha probabilmente gettato basi così profonde che sarà difficile scavalcarle, ma questa è stata - in fin dei conti - la scelta più potabile del mazzo che a suo tempo valutai. L'articolo di madame Monet è in francese; io lo sto già facendo tradurre a pezzi, ma se qualcuno vuole divertirsi con una decina di pagine in francese, mi contatti pure.

Non ho scritto questo post a casaccio. Ho delle ansie. Posto che il mio relatore è definitivamente Quell'Uomo Che Fuma La Pipa Sussurrando, e che il medesimo insegna Storia della Filosofia Antica - non mi starò allontanando troppo dal dipartimento? Non rischio di imboccare una via senza uscita, restando a metà tra filologia e filosofia, senza arrivare a nessuna? Non dico in senso professionale (non penso che dimenticherò tutto quello che so per fare questa tesi), ma dal punto di vista politico - nella remotissima possibilità di lavorare un giorno qui - se a qualcuno venisse in mente che - avendo fatto una tesi triennale non del tutto dentro il dipartimento, non ho alcun diritto di lavorarci? Si, c'è anche la tesi magistrale che potrei fare dentro il dipartimento... ma il bravo studente di lettere sa che bisogna attaccarsi SUBITO alla vacca grassa! E non perdere tempo.

Dieux impitoyables.



1 commento:

EcceGallo ha detto...

o più precisamente, che:" due vacche grasse sono meglio di una."
Disse il saggio. E poi morì.