venerdì 13 febbraio 2009

Mi chiedo:


...quanto è legittimo, per me, 

essere?

Perché certi ricordi e le opinioni di certe persone mi si appiccicano addosso con la loro versione di me, ed è una versione che non mi fa onore, e vorrei solo rimpiattarmi in un buco nel terreno, e passare tra tutti gli abitanti della Terra con un vassoio in mano, distribuendo cibo e bevande, senza che nessuno abbia da rimproverarmi alcunché. Io non esisto, e se esisto non darò fastidio a nessuno.

Questa è la mia garanzia per il permesso di essere.

Nessun commento: