giovedì 9 aprile 2009

Ooooh.

Sullo spiazzo davanti alla porta di una delle mie bimbe di ripetizione, ho incocciato una nonna con annesso passeggino - e pupetto ciccione dentro - che non riusciva a salire le scale. Mi ha chiesto aiuto tutta contenta: abbiamo sollevato insieme, con delicatezza, il passeggino; e il passeggero si è ritrovato due metri più in su, davanti alla porta di casa sua. Mi ha guardato con due occhioni neri neri e la candela al naso, mi ha messo la manina davanti al naso, l'ha chiusa ed aperta, e ha detto: "Ciaa - o."

Credo di essermi sciolto.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Che CA-RI-NOOOOOO!!!! Oddio, che dolce... quando dico che i bambini sono adorabili...
o-oh... Non so più cosa dire...
Che dolce, Giulietto!

Willy