venerdì 26 marzo 2010

La cosa buffa

di tutto questo, è che – ormai da gennaio – scrivo i post almeno un mese e mezzo prima di piubblicarli. A parte questo che leggete, tutto il resto si riferisce ad un Giulione di parecchio tempo fa, emotivamente parlando (le mie emozioni viaggiano ai tre all'ora – adorano fermarsi e guardare il paesaggio, prima di levarsi dalle palle). La mania di pubblicare a programma mi è presa con New York, quando era chiaro che per pubblicare ogni giorno una puntata del mio drammone Il fulmine dovevo affidarmi al fedele automatismo di blogspot. Il che mi ha preso la mano, perché mi sono ritrovato con dei post in anticipo, e poi non potevo certo smettere di scrivere e aspettare di smaltirlo, e quindi... Come direbbe Ilatoppe, sprecate il vostro tempo per un morto. Come risponderei io... lo sa Ilatoppe, e direi che s'è convinta delle mie motivazioni.

Insomma, è così.

[mattine sonnolente]

Nessun commento: