mercoledì 2 giugno 2010

Spiacente, ma

non posso contare su di te.

E nemmeno su di te.

O su nessuno di voi.

C'è chi si è stancato, c'è chi mi evita, chi mi rimprovera, chi mi confonde le idee, chi mi ha deluso, chi non ha risposto come doveva. Non so nemmeno chi siete, o se ancora ci siete, o se ci siete mai stati. Dai, non fate finta di negare. I tre quarti di voi mi stanno dicendo con gli occhi che è inevitabile che d'ora in poi siano affari miei. Devo avere pure letto da qualche parte che una persona infelice è socialmente inefficiente e chiusa, perché è concentrata in sé stessa, e nello sforzo di dominare la sua emergenza. E allora come rimproverarvi.

E siccome ci sono rimasto male per la vostra assenza, questo m'insegna

Che non è da voi, purtroppo, che deve dipendere il mio rimanerci male.

Se così fosse, ogni volta che voi uscite con gli amici, avete una relazione, ridete, io vorrò uccidervi. E capite bene che, prima di compiere ventitré anni, dovrò pur superare i tredici.

Per cui, d'ora in avanti, rimane tutto in famiglia.

Ma che mi credevo, che la crescita era una cosa collettiva?

19 commenti:

LadyCocca ha detto...

(perdono. dubbio estemporaneo e che non c'entra niente, tanto per ribadire il concetto che non ce ne frega niente di te eccetera eccetera. ma lo sai che saltello da un'associazione e l'altra, e tempo di mettere a fuoco questo pensiero e mi sono dimenticata l'illuminazione che avrebbe messo fine a tutti i tuoi problemi.

ma la crescita è un processo lineare,
come la morte è un processo rettilineo?)

emilio neoteros ha detto...

La morte è un punto, non un processo, a mio parere, al contrario di quanto diceva Seneca. E al crescita non è lineare, ma a sbalzi. Tipo il tuo elettroencefalogramma, che fa le sagome dei brontosauri che sguazzano nella Tètide.

LadyCocca ha detto...

non mi piacciono i brontosauri. uffa. mi impegnerò a pensare a delfini. o a sirene. massimo massimo a carpe, o qualche altro pesce un po' lesso.
o a gabbiani, ecco, quello potrebbe andare.

è vero che lo dice anche seneca. io pensavo a pennac, in realtà. benjamin... <3

e poi opponevo lineare a circolare, più che a a sbalzi. ma in effetti potrebbe essere una crescita che segue i passi di danza di una menade, e così siamo felici tutti.

emilio neoteros ha detto...

Concordo. Non odiare i brontosauri: ti passerò certi quadri di Charles Knight in cui sono lì felici, come in uno scenario bucolico, a dirti: la Terra è in pace. God is in heaven, e tutto va bene. E un coccodrillo grande come un piede di brontosauro prende il sole insieme a lui e le acque sono cristalline e dio mio buttatemi in questo quadro prima che la mia crescita diventi una menade nel sonno e la mia morte decida di diventare un elettrone che accelera.

LadyCocca ha detto...

(odio abbastanza anche gli scenari bucolici)

emilio neoteros ha detto...

Ne hai sempre, una, eh. Anzi, ne AVETE sempre una.

LadyCocca ha detto...

ma certo. se tacessimo, non saremmo Voci come si deve.

non starai mica dubitando della Nostra capacità di erinni, eh?

comunque è vero, odio gli scenari bucolici. anche se recitare floracistachiamando alla fine è stato meno peggio di quel che temevo

emilio neoteros ha detto...

...siete VOI? Siete davvero VOI? Non l'avevo mica capito!! Che onore, ragazze, lasciate che stenda il tappeto rosso...!

LadyCocca ha detto...

non so se ci degneremo di calpestare una cosa toccata da te.

emilio neoteros ha detto...

Tiratevela di meno, siete cose inventate.

LadyCocca ha detto...

e con ciò?
gli effetti della nostra presenza non sono forse tangibili?

emilio neoteros ha detto...

No. Tangibile è il livido di un pugno sul naso. Voi siete una rappresentazione fantasiosa di alcuni deboli campi elettrici del mio cervello. Meno di nulla, e soprattutto intangibile!

LadyCocca ha detto...

ma se tu agisci seguendo le Nostre istruzioni, Noi esistiamo.
dove finisce il reale?

emilio neoteros ha detto...

Siete parti di me. Se io lo decido, voi smettete di esistere. E l'ho deciso a marzo, che non esistete più.

LadyCocca ha detto...

...illuso.

emilio neoteros ha detto...

Non più di voi.

LadyCocca ha detto...

...non che questo sia un gran vantaggio!! ^^

emilio neoteros ha detto...

Stando sulla stessa barca, è più facile prendersi un remo nei denti.

Tra parentesi, non credo che tu avessi veramente l'illuminazione che avrebbe messo fine a tutti i miei problemi.

LadyCocca ha detto...

che uomo di poca fede