sabato 12 gennaio 2013

Abaton (1)



      ...giù ver lo fondo, là 've la ministra
Dell'alto Sire infallibil giustizia
Punisce i falsador, che qui registra.
Inf. XXIX 55-57.

un'aula di tribunale, di quelle piccole e intime, per le istanze più quotidiane. Le pareti sono ricoperte di scaffali che straripano di miliardi di fascicoli. Il soffitto è talmente alto che non si vede. Al centro della stanza, seduto su una sedia ad una piccola scrivania, sta Abaton. Sulla scrivania ha un blocco di carta, qualche penna o matita, e nient'altro, una serie di incartamenti, e nient'altro. Gli fa luce una piccola abat-jour. Solo una piccola finestra manda un filo di luce. Una ragazza sembra attendere in mezzo alla platea, senza saper che fare. Voce fuori campo:

Attenzione. Convocato il numero 5348, Anna Grey. Ripeto: Anna Grey, numero 5348, è convocata per l'udienza presso Abaton.
ANNA (rivolgendosi alla voce, senza sapere dov'è) Eccomi. Sono io.

la voce si interrompe. Anna avanza attraversando la platea, sale sul palcoscenico, bussa, si ferma dietro la porta.

[continua]

Nessun commento: