giovedì 29 maggio 2008

brainstorming poetico

(...) GIULIO - Ho scritto (incredibile incredibile) UNA POESIA. Dopo 3 anni che non ne scrivevo. Mi farebbe piacere il giudizio del'esperta, prima di postarla.

ILARIA [ebbene si, è quella di Toppe] - Seh!! Non sono io, vero?

G - Si, sei tu. Tu la leggi, la ami, la scrivi. Io molto meno. Tu hai consuetudine...

I - Ook. Vai.

G - Tu, silenziosa in orbita
Per ellissi oscillanti,
Consumi il vuoto?

- Ma non da sola. Insieme
Alla sfera di sangue,
Al nero senza fine.

I - Chi è la sfera di sangue?

G - Il sole.

I - Perché sangue?

G - E' rossa, nella foto.

I - Mm, ok. Allora perché non sfera rossa? Se hai scelto sangue, ci sarà un motivo. O almeno, è ciò che il lettore attende.

G - Il concetto di sangue mi pareva più forte.

I - Eh, appunto. "Forte" nel senso che quando uno legge 'sangue' si aprono tutta una serie di finestre nel cervello. E se affacciandoti a quella finestra vedi qualcosa che aggiunge un significato, una sfumatura, alla parola, allora la metafora è buona (copyright Bertoni, ma in fondo concordo anch'io).

G - Mm. Il lettore è disatteso, dici. E dunque dovrei dare un senso a quel sangue.

I - A ogni parola. Per esempio, è bello "consumi il vuoto" perché è ossimorico, non so, il vuoto è vuoto, non si consuma; quindi ti dà l'idea di un'azione vana e infinita perché il vuoto non sarà mai consumato; perciò secondo me è una buona metafora, perché ha aggiunto significato al semplice girare di un'orbita.

G - Insieme / Al mio sole di sangue ...? Al sangue del mio sole... Al sole sanguinante...

I - Beh, scegli...

G - Io sanguino col sole...

I - Se metti "mio" infili l'io lirico e quindi è un bello sbalzo.

G - Sanguino con il sole / Nel nero senza fine. Così funziona, cazzo! Adesso vorrei anche i concetti di errare e spargere sangue. Ma forse chiedo troppo.

I - Mi piace, 'sanguino col sole'.

G - Vedi, 'col' non mi piace. 'Con il' è meglio... però così il verso perde la sua musica settenaria, inerte. E cosi devo togliere 'Io', del resto non necessario. La poesia è economica!

I - ...'Sanguino col sole' un settenario? aspè, perché ho perso una sillaba? non so contare O.O

G - Io sanguino col sole = Sanguino con il sole. Due settenari.

I - Ah, appunto. No, pensavo ancora alla versione "col". Secondo me, però, questo settenario ha qualcosa di sbagliato. Il senario scorreva meglio. Te sai come funzia l'accentazione di un settenario?

G - Si, lo so. ci sono tre opzioni: giambica, anapestica, trocaica...


[di qui in poi ci dilunghiamo su questioni di accenti e controaccenti]

2 commenti:

toppe ha detto...

...quale onore^^

danai ha detto...

per me andava bene la prima versione...era bella perche incomprensibile (tantevvero che neanche tu sai quel che significa). Ma cosa importa! L'importante e consumare il vuoto con la fantasia!!!