sabato 25 aprile 2009

Dawn.


lungo il collo ma lungo poi non tanto si snoda e si piega ahia un dolore non mi sono addormentata nella posizione giusta stanotte ma vacci tu a dormire alla base di un tronco appiattito sotto lo strato di felci e guai a spuntare col dorso o con la coda perchè tuo fratello gli hanno spezzato il collo che eravate usciti dal nido da poche settimane e però le mie gambe le rimango a guardare come se fossero la mia salvezza e una e due e una e due le mie tre dita e gli artigli che graffiano la terra cosa c'è dietro questo tronco per poco non ci sbattevo contro non si vede niente ma perché svegliarsi all'alba dio questo rumore cosa è sembra un raspare mia sorella mi guarda poi guarda il fogliame non si vede quasi niente usciamo ti prego qui è troppo fitto io probabilmente sto ancora dormendo tutto è verde profondo verde io ci vedo bene con la luce anche fioca del resto mi muovo nei lucori impolverati e dorati dell'alba ma qui verde e nero si confondono e io e mia sorella adesso esco dopo questi viluppi di equiseti equiseti? ma non avevo visto che qui vicino c'era una palude ora senza fare rumore usciamo dallo strato di felci oh che bel sole come siamo piccole non fa proprio freddo c'è un tale umido c'è poca luce in realtà ma io ci vedo benissimo e saltello anche mia sorella sembra serena sarà che la fame ancora non si fa sentire ma del resto cos'è questo chiasso sembra che qualcuno stia pestando una felce ah aspetta che mi nascondo dietro il tronco l'odore mi è familiare mia sorella smette di saltellare cosa mai potrebbe ah si quella creaturina lenta che si muove sotto lo strato di felci e le strappa è a metà tra l'ombra e l'alba guarda che zanne mi sa che è in piedi da un po' quelle quattro zampe e quel corpicino tozzo si vede che passa il tempo a mangiar piante mi aveva quasi spaventato è uno di quelli che se ti avvicini morde e fa un baccano terribile ma chissà forse ma quella invece è una cosa molto più grossa troppo grossa ma cosa stai a guardare sorella levati dai piedi ma perché devo essere sempre io a capire le cose per prima eccolo là che bestia è ah ma certo la palude o forse è un fiume lo sento scorrere e in questa zona della foresta non ci sono mai stata prima ma non mi sembra di quelli che vivono nel fiume ha le zampe troppo dritte spiegatemi che senso ha svegliarsi all'alba se sono tutti già svegli via di qui sorella non è proprio il caso andiamo dove sono ancora mezzi addormentati 
corri
corri
corri
qui
là 
o piedi miei
o miei artigli
veloci
e la coda ci sostenga
piccole
prima

che

la

fame

venga


disperse nella foresta

3 commenti:

Gian Lorenzo ha detto...

Primo tentativo di sauroflusso di coscienza?
Non male, 6+

adelaide_the_president ha detto...

un mix tra il monologo di molly bloom e la prosa di saramago? ma che ganzo!

Nunzia's ha detto...

Io dubito ancora che l'abbia scritto veramente tu.