mercoledì 29 aprile 2009

Solo


e pensoso

e cosa vuoi mai che pensi

io non penso

ROSSO - se vedo rosso - mio simile

(mi sprofondano i piedi)

il tronco sembrava qualcosa

solo

acqua acqua acqua

il fiume, poi la valle, poi il mare, poi ancora il fiume, di qua invece le colline, poi prima le montagne. 
Tutto questo è assolutamente inutile.

non so cosa ci sia sulle cime degli alberi

tantomeno quello che c'è sopra.

3 commenti:

hap ha detto...

...ma sai una cosa? così possono andare anche i dinosauri!! ;)

Chiara ha detto...

Stupore.
Giovine sta scoprendo un nuovo mondo.

adelaide_the_president ha detto...

la solitudine di codesto dinosauro mi ricorda quello di quell'anfibio che vuole evolversi perché innamorato di una animaletta terrestre, oppure era lei un pesce e lui un animale, non ricordo bene. insomma, l'ho letta tantissimo tempo fa ma ricordo che era la mia cosmicomica preferita. mi sono sentita solidale con tutte le bestie del creato.
esclusi i millepiedi e i bachi in genere, ovviamente.